Censimento revoche incentivi GSE

Nei mesi scorsi Italia Solare ha raccolto l’appello di tutti quegli operatori che si sono trovati in ginocchio per un errore commesso in totale buona fede e inconsapevolezza. L’associazione di categoria ha infatti lanciato un censimento delle revoche degli incentivi GSE.

Il Decreto Controlli

Parliamo spesso in questi articoli di revoche degli incentivi GSE. La normativa sulle verifiche stabilita dal DM 31 gennaio 2014, infatti, prevede un arco di casi molto ampio in cui viene dichiarata la decadenza dagli incentivi.

Tale disciplina attualmente viene interpretata senza considerare se l’errore dell’operatore poteva o meno essere dovuto alla complessità della disciplina, alla farraginosità delle procedure autorizzative e al fatto che molti aspetti si sono chiariti agli operatori solo successivamente all’entrata in esercizio degli impianti.

Come associazione di categoria del fotovoltaico, Italia Solare ha assistito a molti casi in cui errori “formali” commessi in completa buona fede e inconsapevolezza dai produttori hanno portato al decadimento o alla rimodulazione degli incentivi, portando a situazioni molto spiacevoli, a volte tragiche, con aziende messe in ginocchio dalla revoca dell’incentivo

Il censimento revoche incentivi GSE

Italia Solare ha avviato un censimento di quei casi sopra riportati, in modo da avviare una interlocuzione con il GSE che consenta di mitigare in base ai principi di ragionevolezza e proporzionalità la interpretazione letterale della disciplina.

Il censimento dà la possibilità ai produttori di energia fotovoltaica di segnalare in maniera strutturata tutti quei casi di errori formali che hanno portato alla revoca o alla riduzione dell’incentivo.

Per compilare il modulo del censimento clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *