Prossima scadenza taratura SPI: non ancora funzionante il portale. Incentivo GSE a rischio?

Fra pochi giorni ci sarà la seconda scadenza per effettuare la verifica periodica dei sistemi di protezione di interfaccia per gli impianti di potenza superiore a 11,08 kWp ed entrati in esercizio dall’1 gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012.

Già ad ottobre Italia Solare aveva chiesto chiarimenti all’AEEGSI e ad e-distribuzione a causa della mancanza degli strumenti informatici necessari alla procedura e per la scarsa chiarezza operativa riguardante alcune specifiche procedure.

Dal 27 ottobre 2017 doveva essere disponibile sul Portale Produttori di e-distribuzione l’apposito servizio per effettuare l’invio della comunicazione di avvenuta verifica, che doveva sostituire l’invio della PEC.

Ad oggi però il servizio non sembra ancora essere utilizzabile per il mancato riconoscimento di alcuni valori forniti dai taratori e le speranze che ci siano novità entro la vicina scadenza sono poche.

Essendo quella sopra descritta la modalità ufficiale di comunicazione dell’avvenuta verifica, non sarà più sufficiente inviare una PEC, come invece è stato possibile fino alla scadenza del 30 settembre 2017.

Vi ricordo che una delle conseguenze della mancata taratura del dispositivo di protezione dell’interfaccia e della sua comunicazione è proprio la perdita dell’incentivo. E’ pertanto assolutamente necessario che e-distribuzione risolva nel minor tempo possibile questa situazione o dia la possibilità ai produttori di individuare un metodo alternativo di invio delle comunicazioni.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *