In scadenza la Dichiarazione di Consumo 2018

dichiarazione di consumo

Scade oggi la presentazione della Dichiarazione di Consumo 2018.

L’obbligo di presentare la Dichiarazione di Consumo è in capo ai titolari di impianti fotovoltaici di potenza complessiva superiore a 20 kW.

Non presentare la Dichiarazione di Consumo entro il 31 Marzo 2019 comporta un’ammenda compresa tra 500 e 3.000 euro da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Non solo: il perdurare dell’inadempienza può addirittura sancire la decadenza delle agevolazioni e/o incentivi, come ad esempio la sospensione da parte del GSE dell’erogazione della tariffa incentivante.

L’obbligo di presentare la Dichiarazione di Consumo entro il 31 Marzo 2019 all’Agenzia delle Dogane vale per:

  • tutti gli impianti che producono energia da fonti rinnovabili di potenza superiore ai 20 kWp che immettono una parte dell’energia prodotta in rete e autoconsumano la restante parte (cessione parziale);
  • tutti gli impianti che producono energia da fonti rinnovabili di potenza superiore ai 20 KWp che immettono totalmente l’energia prodotta in rete (cessione totale).

Ricordiamo che dal 2016 non è più obbligatorio l’invio della Dichiarazione di Consumo al GSE relativamente alla produzione del proprio impianto. Il GSE si riserva tuttavia la facoltà di richiedere tale documentazione, qualora lo ritenga necessario.

Sul sito del GSE è possibile trovare le FAQ e le nuove specifiche relative all’invio della Dichiarazione di Consumo.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *