Nuove istruzioni dal GSE in merito allo smaltimento dei pannelli fotovoltaici

smaltimento dei pannelli fotovoltaici

Il GSE ha appena pubblicato le nuove “Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati ai sensi dell'art. 40 del D.lgs. 49/2014.”

Smaltimento dei pannelli fotovoltaici

Con una nota pubblicata sul sito, il GSE dichiara che “L’aggiornamento semplifica il processo di gestione dei rifiuti prodotti dai pannelli fotovoltaici a fine vita, installati su impianti incentivati in Conto Energia e recepisce i principali approfondimenti effettuati con Associazioni di Categoria, operatori del settore e stakeholder interessati al tema.”

Come si legge sul sito del GSE, le nuove istruzioni contengono:

  • l’esonero, su richiesta del Soggetto Responsabile, dal trattenimento delle quote a garanzia in caso di sostituzione totale dei moduli, effettuata nel rispetto della normativa ambientale vigente in materia. Al fine di semplificare il processo di restituzione delle quote, questa operazione avverrà esclusivamente a fine vita dell’intero impianto;
  • la gestione dello smaltimento dei moduli fotovoltaici tramite un O&M Contractor;
  • l’estensione delle tempistiche di smaltimento in presenza di un deposito temporaneo;
  • una modalità semplificata del calcolo delle quote per gli impianti costituiti da tegole fotovoltaiche;
  • l’allineamento delle Istruzioni Operative al dettato del D.lgs. 49/2014, che non prevede la remunerazione degli importi trattenuti.

Contesto normativo

Il Decreto Legislativo 49/2014 disciplina la gestione e lo smaltimento dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche – RAEE.

Sono definiti rifiuti derivanti dai pannelli fotovoltaici i RAEE provenienti dai nuclei domestici, originati da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale inferiore a 10 kW (RAEE domestici). Tali pannelli vanno trasferiti ai 'Centri di Raccolta'.

Tutti i rifiuti derivanti da pannelli fotovoltaici installati in impianti di potenza nominale superiore o uguale a 10 kW (RAEE professionali) sono considerati, invece, RAEE professionali.

Per quanto concerne la gestione dei rifiuti prodotti dai pannelli fotovoltaici che beneficiano dei meccanismi incentivanti, il GSE trattiene dai meccanismi incentivanti negli ultimi dieci anni di diritto all'incentivo una quota finalizzata ad assicurare la copertura dei costi di gestione dei rifiuti prodotti da tali pannelli. L'obiettivo è quello di garantire il finanziamento delle operazioni di raccolta, trasporto, trattamento adeguato, recupero e smaltimento 'ambientalmente compatibile' dei suddetti rifiuti. La somma trattenuta viene restituita al detentore qualora sia accertato l'avvenuto adempimento degli obblighi previsti dal Decreto in oggetto.

La normativa prevede che il GSE definisca le modalità operative necessarie a garantire la totale gestione dei rifiuti da pannelli fotovoltaici incentivati con il meccanismo del Conto Energia (I-V). Il GSE, accertato l'avvenuto smaltimento dell'impianto fotovoltaico, anche se verificatosi dopo la scadenza del periodo di incentivazione, restituirà la quota trattenuta al Soggetto che in quel momento è titolare dell'impianto.

>>> Scarica il documento completo con le istruzioni operative per la gestione e  lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati <<<


*i campi contrassegnati sono obbligatori

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *